Indietro

ⓘ Rinus Michels




Rinus Michels
                                     

ⓘ Rinus Michels

Marinus Jacobus Hendricus Michels detto Rinus è stato un calciatore e allenatore di calcio olandese.

                                     

1. Carriera

Da calciatore trascorse tutta la carriera nellAjax, di cui più tardi fu lallenatore. Dal 1950 al 1954 giocò anche 5 incontri nella Nazionale maggiore olandese, di cui in seguito fu commissario tecnico.

Nel gennaio del 1965 fu chiamato a prendere il posto di Vic Buckingham sulla panchina dei "Lancieri". Esordì sulla panchina dellAjax battendo 9-3 il MVV e concludendo il campionato al 13º posto. Dalla stagione successiva operò una rivoluzione tattica, tecnica, atletica, mentale ed i risultati non tardarono ad arrivare. Vinse le successive tre edizioni dellEredivisie, una KNVB beker e, nella stagione 1968-1969, raggiunse la finale di Coppa dei Campioni vinta dal Milan per 1-4. Nel frattempo la squadra si conformò molto bene intorno ad un nucleo di giovani cresciuti nel settore giovanile tra cui: Suurbier, Hulshoff, Krol, Mühren, Haan, Rep e Keizer. A questi si aggiunsero il portiere Stuy prelevato dal Telstar, i difensori Vasović e Blankenburg, ed il centrocampista box-to-box Neeskens. Il sistema tattico dellAjax, composto da flessibilità di ruoli e funzioni, per cui tutti devono sapere giocare in qualsiasi zona del campo, dallidea di espandere e restringere lo spazio a seconda del momento e della situazione di gioco attraverso una "squadra corta" e un pressing offensivo, e da calciatori con velocità di pensiero che sanno muoversi in maniera coordinata al fine di creare ed occupare lo spazio; veniva incarnato da Johan Cruijff, stella e catalizzatore della squadra. Michels diede vita al cosiddetto Totaalvoetbal, un modo di intendere il calcio rivoluzionario e che avrebbe esercitato una grande influenza nei decenni seguenti; nel 1999 fu eletto Allenatore del secolo dalla FIFA. Con questa squadra Michels vinse un altro Campionato, due Coppe dOlanda e la prima Coppa dei Campioni della storia del club conquistata a Wembley contro il Panathinaikos per 2-0. Reti di van Dijk e Haan.

Dal 1971 al 1975 e poi dal 1976 al 1978 allenò il Barcelona con il quale vinse un Campionato spagnolo e una Coppa del Re. Nel mezzo un breve ritorno allAjax e lesperienza del Mondiale alla guida della nazionale olandese. Gli "Oranje" erano formati per lo più da calciatori che aveva già allenato nellAjax a cui si aggiungevano il portiere Jongbloed dellAmsterdam, il difensore Rijsbergen, i centrocampisti Jansen e van Hanegem del Feijenoord, lala sinistra Rensenbrink dellAnderlecht. LArancia Meccanica, soprannome della nazionale, vinse 5 partite su 6 arrivando in finale da grande favorita del torneo. Ad aspettarla vi erano i padroni di casa della Germania Ovest guidati in campo da Beckenbauer. LOlanda passò in vantaggio al 2 minuto grazie ad un calcio di rigoreil primo fischiato in una finale mondiale realizzato da Neeskens, ma fu rimontata e perse 1-2.

A seguito delle parentesi con gli statunitensi del L.A.Aztecs e i tedeschi del Colonia, tornò ad allenare la Nazionale olandese. In questo periodo trovò una nuova generazione di grandi calciatori tra i quali: Koeman, Rijkaard, Vanenburg, Gullit e Marco van Basten. Vinse lEuropeo 1988 battendo in finale per 2-0 lUnione Sovietica.

Chiuse la carriera guidando il Bayer Leverkusen e di nuovo la nazionale del suo paese.

È stato il primo olandese della storia, prima di Ronald Koeman e Frank de Boer, ad aver vinto in patria il campionato sia da giocatore sia da allenatore.

Il 19 marzo 2019 viene inserito al primo posto da France Football nella classifica dei 50 migliori allenatori di sempre.

                                     

2. Palmarès

Competizioni nazionali

  • Campionato olandese: 4
Ajax: 1965-1966, 1966-1967, 1967-1968, 1969-1970
  • Coppa dei Paesi Bassi: 3
Ajax: 1966-1967, 1969-1970, 1970-1971
  • Campionato spagnolo: 1
Barcellona: 1973-1974
  • Coppa di Spagna: 1
Barcellona: 1977-1978
  • Coppa di Germania: 1
Colonia: 1982-1983

Individuale

  • Miglior allenatore del secolo secondo la FIFA: 1999
  • UEFA Lifetime Award: 2002
  • Miglior allenatore in 50 anni di calcio professionistico in Olanda: 2004
  • Miglior allenatore della storia del calcio secondo la rivista France Football: 2019