Indietro

ⓘ Corridoio Tin Bingha




Corridoio Tin Bingha
                                     

ⓘ Corridoio Tin Bingha

Il Corridoio Tin Bingha è una breve strada in territorio indiano del Bengala Occidentale che permette il collegamento tra lenclave di Dahagram–Angarpota nella sul fiume Tista nella Divisione di Rangpur, lultima rimasta delle enclavi India-Bangladesh e il resto del Bangladesh. La strada ufficialmente si chiama Dahgram Road.

                                     

1. Storia

Secondo il trattato Indira Gandhi-Sheikh Mujibur Rahman del 16 maggio 1974, India e Bangladesh avrebbero ceduto la sovranità del corridoio Tin Bigha 178 x 85 metri e del Berubari meridionale 7.39 km² tra loro, permettendo così laccesso alle enclavi Dahagram-Angarpota e alle enclave indiane adiacenti a South Berubari. Il Bangladesh ha consegnato immediatamente la sovranità del piccolo South Berubari. LIndia, tuttavia, non ha potuto trasferire il corridoio di Tin Bigha in Bangladesh in quanto richiedeva un emendamento costituzionale che non poteva essere fatto per motivi politici.

Dopo molte proteste del governo del Bangladesh, lIndia, invece di consegnare la sovranità nel 2011, ha proposto di affittare il corridoio di Tin Bigha in Bangladesh per un certo periodo. Nel frattempo, il South Berubari sarebbe rimasto sotto sovranità indiana.

La superficie totale della South Berubari Union No.12 è di 22.58 km² di cui 11.29 km² per andare in Bangladesh. Larea delle quattro enclavi di Cooch Behar, che doveva essere ceduto al Bangladesh, era di 6.84 km² 2.64 miglia quadrate, per cui larea totale da trasferire 18.13 km². La popolazione dellarea, comprese le quattro enclavi da trasferire, secondo i dati del 1967, era indù al 90%. Le enclavi del Bangladesh, Dahagram e Angorpota, dovevano essere trasferite allIndia. La loro superficie totale era di 18.68 km² e, secondo i dati del 1967, oltre l80% della popolazione era musulmana. Se questo scambio fosse andato a buon fine, avrebbe comportato un cambiamento di nazionalità per la popolazione o la migrazione della popolazione da Dahagram e Angorpota e di South Berubari Union n. 12 e conseguenti gravi problemi di riabilitazione. Vi furono in ogni caso importanti agitazioni da parte della popolazione di Berubari che protestava contro il trasferimento.

LIndia manterrà la metà meridionale di South Berubari Union No.12 le enclavi adiacenti, misurando unarea di 6.8 km² circa, e in cambio il Bangladesh manterrà le enclavi Dahagram e Angorpota. LIndia prenderà in affitto a tempo indeterminato per Bangladesh unarea di 178 per 85 metri vicino a Tin Bigha per collegare Dahagram a Panbari Mouza del Bangladesh.

                                     

2. Accesso al corridoio

In precedenza il corridoio era aperto solo per 12 ore, causando gravi difficoltà agli abitanti dellenclave, dato che lenclave non ha ospedali o strutture di polizia.

A seguito di un trattato firmato dai primi ministri dellIndia e del Bangladesh il 6 settembre 2011 a Dacca, si è convenuto che il corridoio sarebbe stato aperto per 24 ore affinché il Bangladesh nellenclave potesse accedere alla resto del Bangladesh.

Il corridoio è stato dichiarato ufficialmente aperto dal primo ministro Sheikh Hasina del Bangladesh il 19 ottobre 2011.

                                     

3. Infrastrutture

Fino a poco tempo fa, le enclavi non avevano ospedali o scuole. Il primo ministro del Bangladesh Sheikh Hasina ha inaugurato il Dahagram Hospital da dieci posti letto e il Dahagram Union Parishad Complex il 19 ottobre 2011.

Anche gli utenti hanno cercato:

...
...
...