Indietro

ⓘ La vita di Adele - Capitolo 1 & 2




La vita di Adele - Capitolo 1 & 2
                                     

ⓘ La vita di Adele - Capitolo 1 & 2

La vita di Adele - Capitoli 1 & 2 è un film del 2013 diretto da Abdellatif Kechiche, adattamento cinematografico del romanzo a fumetti Il blu è un colore caldo di Julie Maroh.

Il film si è aggiudicato la Palma doro al Festival di Cannes 2013.

                                     

1. Trama

Tra Adele una liceale francese ed Emma una ragazza dai vistosi e appariscenti capelli blu inizia unappassionata relazione sentimentale che sfocia in un rapporto di convivenza. Le amicizie di Emma sono colte ed estrose e per questo motivo comincia a sentirsi a disagio con Adele, considerandola priva di ambizioni. Adele, pur amando Emma, cede al corteggiamento di un collega di lavoro: la loro storia si interrompe bruscamente. Le vite delle due ragazze si separano proseguendo per alcuni anni senza incontri. Il mal damore sofferto da Adele è tristemente intenso. I due ultimi, disperati, tentativi di Adele da allora rimasta single di riallacciare il rapporto sentimentale con Emma che al contrario ha cominciato una nuova relazione con unaltra donna non vanno a buon fine.

                                     

2. Distribuzione

Il film è stato presentato in concorso al Festival di Cannes il 23 maggio 2013. Nelle sale francesi è stato distribuito il 9 ottobre dello stesso anno, mentre in quelle italiane dal 24 dello stesso mese.

Nei paesi anglofoni, il film è stato distribuito col titolo Blue Is the Warmest Colour "Il blu è il colore più caldo".

                                     

3. Accoglienza

Il film, accolto dal plauso del Festival di Cannes, si è aggiudicato la Palma doro e ha ricevuto numerose critiche positive da parte della stampa internazionale.

Esso, tuttavia, è stato anche criticato per la presenza di scene di sesso ritenute da alcuni esplicite e gratuite, al limite della pornografia. La stessa autrice del fumetto le avrebbe trovate lontane dallo spirito della propria opera, bollandole come "forzate", nonché "frutto di uninterpretazione di voyeurismo maschile" e criticando anche la scelta degli attori.

                                     

4. Differenze con il fumetto

Il fumetto di Julie Maroh, nei fatti, presenta differenze non di poco conto rispetto alla trasposizione cinematografica di Kechiche.

  • Dimostra complessivamente un approccio molto meno vitalistico e aggressivo alle questioni amorose e alla sessualità, vicende che anzi vive con un certo dolore. Non si concede, per esempio, al suo primo fidanzato Thomas; vive inizialmente con grande problematicità la presa di coscienza delle sue inclinazioni omosessuali. La conoscenza con Emma, a seguito del fugace incontro in centro, avviene in una fase molto più tarda.
  • La vicenda della protagonista, che si chiama Clementine detta Clem e non Adele, si svolge interamente in flashback, a seguito del suo funerale.
  • Clementine viene presentata come piccola e tozza di corporatura e bruna di capelli.
                                     

5. Riconoscimenti

  • Premio FIPRESCI a Abdellatif Kechiche
  • Palma doro a Abdellatif Kechiche, Adèle Exarchopoulos e Léa Seydoux
  • 2013 - Festival di Cannes
  • 2014 - Golden Globes
  • Nomination Miglior film straniero Francia
  • 2014 - BAFTA Awards
  • Nomination Miglior film straniero Francia
  • 2013 - European Film Awards
  • Nomination Miglior regista ad Abdellatif Kechiche
  • Nomination Miglior film Francia
  • Nomination Miglior montaggio a Camille Toubkis, Albertine Lastera e Jean-Marie Lengellé
  • Nomination Miglior film
  • Nomination Migliore fotografia a Sofian El Fani
  • Nomination Miglior regista a Abdellatif Kechiche
  • 2014 - Premio César
  • Nomination Miglior sonoro a Jérôme Chenevoy, Fabien Pochet e Jean-Paul Hurier
  • Nomination Migliore attrice protagonista a Léa Seydoux
  • Nomination Miglior adattamento a Abdellatif Kechiche e Ghalya Lacroix
  • Miglior promessa femminile a Adèle Exarchopoulos
  • Rivelazione femminile a Adèle Exarchopoulos
  • 2014 - Premio Lumière
  • Miglior film
  • Miglior regista a Abdellatif Kechiche
  • Miglior attrice a Léa Seydoux
  • Nomination Miglior film dellUnione Europea a Abdellatif Kechiche
  • 2014 - David di Donatello
  • 2014 - Premio Goya
  • Nomination Miglior film europeo Francia
  • 2014 - Independent Spirit Awards
  • Miglior film straniero Francia
  • Miglior attrice rivelazione a Adèle Exarchopoulos
  • 2013 - National Board of Review Awards
  • 2014 - Critics Choice Movie Award
  • Miglior film straniero Francia
  • Miglior giovane interprete a Adèle Exarchopoulos
  • Nomination Miglior attrice a Adèle Exarchopoulos
  • Nomination Miglior film straniero Francia
  • Nomination Miglior attrice non protagonista a Léa Seydoux
  • 2014 - Satellite Awards
  • 2014 - Sindacato Belga della Critica Cinematografica
  • Nomination Grand Prix
  • Nomination a migliore promessa femminile a Mona Walravens
  • Premio Magritte per il miglior film straniero in coproduzione
  • 2014 - Premio Magritte