Indietro

ⓘ Nazionale di calcio dellAlbania




Nazionale di calcio dellAlbania
                                     

ⓘ Nazionale di calcio dellAlbania

La nazionale di calcio dellAlbania, è la selezione maggiore maschile di calcio della Federata Shqiptare e Futbollit, il cui nome ufficiale è nazionale A, che rappresenta lAlbania nelle varie competizioni ufficiali o amichevoli riservate a squadre nazionali.

Nella graduatoria FIFA in vigore da agosto 1993, occupa il 66º posto nella classifica del Ranking FIFA. La miglior posizione in classifica raggiunta dallAlbania è stato il 22º posto nellagosto 2015, mentre il peggior posizionamento è il 124º posto raggiunto ad agosto 1997.

                                     

1. Storia

Quantunque la Federazione calcistica dellAlbania sia stata fondata il 6 giugno 1930 e si sia affiliata alla FIFA nel 1932, la nazionale albanese esordì solo nel secondo dopoguerra, terminata loccupazione italo-tedesca. Avrebbe dovuto partecipare al campionato del mondo 1934, ma rifiutò linvito per difficoltà organizzative.

Dopo la fine della seconda guerra mondiale il governo comunista del paese favorì lo sviluppo e la pratica del calcio, finanziando la costruzione di nuove infrastrutture e promuovendo lo sport presso le associazioni le scuole. La nazionale esordì ufficiosamente il 22 settembre 1946 battendo per 5-0 il Montenegro e ufficialmente il 7 ottobre 1946 a Tirana, sconfitta per 2-3 dalla Jugoslavia allo Stadio Qemal Stafa. Nello stesso anno vinse la Coppa dei Balcani per nazioni battendo per 1-0 in finale la Romania. Nel 1954 la federazione calcistica albanese fu tra i membri fondatori dellUEFA.

LAlbania attese sino al 1962 per competere nelle eliminatorie del campionato europeo. Esordì dunque nelle qualificazioni ai grandi tornei internazionali in occasione delle eliminatorie di Spagna 1964, dove superò il primo turno per il ritiro della Grecia. Agli ottavi di finale, nellottobre 1963, fu eliminata dalla Danimarca 4-0 per i danesi a Copenaghen, 1-0 per gli albanesi a Tirana.

Esordì nelle qualificazioni al campionato del mondo in occasione delle eliminatorie di Inghilterra 1966. Nel novembre 1965 ottenne un 1-1 casalingo contro lIrlanda del Nord di George Best e Pat Jennings, risultato che mise fine alle speranze nordirlandesi di qualificarsi al mondiale inglese. Fu lunico punto raccolto dagli albanesi in 6 partite.

In occasione delle eliminatorie per leuropeo del 1968, il 17 dicembre 1967, lAlbania pareggiò per 0-0 a Tirana contro la Germania Ovest, impedendo ai tedeschi di qualificarsi per la fase finale della Coppa dEuropa prima e unica volta nella storia del calcio tedesco e favorendo in tal modo la Jugoslavia.

Nel 1973 ottenne la sua prima vittoria, contro la Finlandia 1-0. Per ragioni politiche non partecipò a nessuna qualificazione mondiale o europea dal 1970 al 1980.

Sei anni dopo lultima partita giocata, la nazionale albanese si iscrisse alle qualificazioni al mondiale di Spagna 1982. Terminò il girone al penultimo posto, dietro Germania Ovest, Austria e Bulgaria e davanti alla Finlandia che chiuse a pari punti con lAlbania, 2 con un bilancio di una vittoria 2-0 contro la Finlandia il 3 settembre 1980 a Tirana e 7 sconfitte.

Le qualificazioni al campionato dEuropa 1988 e al campionato del mondo 1990 furono probabilmente le peggiori nella storia della nazionale albanese, sconfitta in tutte e 6 le partite in ambo le campagne.

Con la caduta del regime comunista, iniziata nel dicembre 1990, il calcio albanese aprì i propri confini e i giocatori albanesi poterono giocare per squadre di club estere. La selezione albanese, sulla scorta di questa apertura, riuscì a migliorare il proprio rendimento, mostrando segnali di crescita. Nellottobre 1997, ad Hannover, lAlbania perse in modo onorevole 4-3 contro la Germania, che necessitava di un punto per qualificarsi al campionato del mondo 1998, dopo essere passata in vantaggio e pareggiato per ben due volte.

Nel 2000 lAlbania vinse il Torneo di Malta, mentre nelle qualificazioni al campionato del mondo 2002 la squadra riuscì a vincere per 2-0 contro la Grecia. Nelle eliminatorie del campionato dEuropa 2004 la squadra allenata dal tedesco Hans-Peter Briegel chiuse il girone al penultimo posto, ma senza subire sconfitte in casa, dopo aver colto anche vittorie contro Russia 3-1 allo Stadio Loro Boriçi, con Briegel allesordio e Georgia e pareggi contro Irlanda e Svizzera.

Il 4 settembre 2004, allesordio delle qualificazioni per il mondiale del 2006, lAlbania sconfisse per 2-1 a Tirana la Grecia, che era alla prima uscita dopo la vittoria del titolo europeo, poi pareggiò a reti inviolate sul campo del Portogallo. Il girone fu chiuso dagli albanesi al quinto posto con 13 punti, record per la nazionale schipetara nelle qualificazioni mondiali.

Nel dicembre 2011 sulla panchina dellAlbania arrivò il tecnico italiano Gianni De Biasi. Pur avendo mancato la qualificazione ai successivi tornei internazionali, dal 2014 la compagine albanese conobbe un discreto miglioramento. Il 7 settembre 2014 lAlbania si impose clamorosamente per 1-0 gol di Bekim Balaj in casa del Portogallo nella prima partita delle qualificazioni al campionato dEuropa 2016. Nei mesi seguenti il cammino di qualificazione alla fase finale del massimo torneo continentale proseguì per lAlbania con risultati soddisfacenti. Il 13 giugno 2015 la squadra sconfisse inoltre in casa per 1-0 la Francia in amichevole e un paio di mesi più tardi, nella scia dellottimo percorso nel girone eliminatorio, si issò al 22º posto della classifica mondiale della FIFA, miglior piazzamento di sempre per lAlbania.

Nellautunno 2015, battendo per 3-0 lArmenia ad Erevan, la formazione allenata da De Biasi conseguì una storica qualificazione al campionato europeo del 2016, grazie al secondo posto nel girone con 14 punti.

La partecipazione della formazione albanese alla fase finale delleuropeo non andò, tuttavia, oltre la fase a gironi, in cui la squadra esordì perdendo per 1-0 con la Svizzera. Unaltra sconfitta, contro la Francia padrona di casa un 2-0 maturato nei minuti finali della gara, non eliminò lAlbania, cui non fu, però, sufficiente battere la Romania 1-0, gol di Armando Sadiku nellultimo incontro per venire ripescata come una delle migliori terze classificate.

                                     

2. Colori e simboli

I colori ricorrenti nelle tenute da gara dellAlbania sono il rosso e il nero, mutuati dalla bandiera nazionale. In trasferta la divisa è invece solitamente di colore bianco con finiture nere o rosse.

Le divise in uso dal 2016, realizzate dallo sponsor tecnico Macron, seguono questo stile: il completo casalingo è infatti composto da maglia rossa, calzoncini neri e calzettoni rossi. La divisa per le gare esterne è invece integralmente di colore bianco tendente al grigio, mentre la terza maglia è completamente nera. Caratteristica di tali divise è la serigrafia tono su tono evocante laquila bicefala simbolo nazionale albanese che decora la parte bassa del torso, al di sotto del petto. Allaltezza del cuore è ricamato uno scudo sannitico rosso contenente la già citata aquila nera e la sigla FSHF acronimo del nome della federazione calcistica nazionale.

                                     

3. Stadio

Lo stadio calcistico ufficiale della nazionale albanese è la nuova Arena Kombetare, situata nel centro di Tirana. Esso sostituisce dal 2019 lo Stadio Qemal Stafa, costruito intorno al 1930 come impianto polisportivo. In totale può ospitare con 22.500 spettatori, ed è il più grande stadio della nazione.

LAlbania ha giocato alcune partite anche allo stadio Loro Boriçi di Scutari, dove hanno conseguito importanti successi come una vittoria per 3-1 sulla Russia nelle qualificazioni ad Euro 2004. Anche lo stadio Niko Dovana di Durazzo è stato utilizzato per giocare qualche partita amichevole così come quello di Coriza.

La nazionale albanese ha giocato partite internazionali allo stadio Elbasan Arena, che ha una capienza di 12.000 posti a sedere, ricostruito nel 2014 per poter ospitare le partite ufficiali dellAlbania nel frangente di ricostruzione dello stadio di Tirana.

                                     

4. Altre nazionali

Oltre alla citata selezione nazionale, lordinamento della FSHF ne prevede varie altre, divise per fascia detà dei propri giocatori. La nazionale maschile Under-21, che partecipa alle competizioni continentali con i propri pari categoria; le nazionali Under-20, Under-19, Under-18, Under-17, Under-16, Under-15.

Rappresentano ufficialmente lAlbania sempre sotto il coordinamento della FSHF: la Nazionale femminile.

                                     

5. Rivalità

Nei primi anni di attività esistevano ed esistono ancora oggi accese rivalità sportiva con le Nazionali di calcio della Jugoslavia prima e Serbia poi, Grecia e Turchia.

                                     

6. Confronti con le altre nazionali

Questi sono i saldi dellAlbania nei confronti delle nazionali con cui sono stati disputati almeno un incontro.

Saldo generale

Aggiornato al 17 novembre 2019.

  • Nota: La partita viene indicata come un pareggio quando finisce ai calci di rigore.
                                     

7. Palmarès

  • Vincitori della VIII Coppa Balcanica Tirana, ottobre 1946
  • Vincitori della Rothmans International Tournament Valletta, 4 febbraio - 10 febbraio 2000
                                     

8. Tutte le rose

Europei

Campionato dEuropa UEFA 2016 1 Berisha, 2 Lila, 3 Lenjani, 4 Hysaj, 5 Cana, 6 Veseli, 7 Agolli, 8 Basha, 9 Memushaj, 10 Sadiku, 11 Gashi, 12 Shehi, 13 Kukeli, 14 Xhaka, 15 Mavraj, 16 Çikalleshi, 17 Aliji, 18 Ajeti, 19 Balaj, 20 Kaçe, 21 Roshi, 22 Abrashi, 23 Hoxha, CT: De Biasi
                                     

9. Rosa attuale

Lista dei giocatori convocati per le partite valide per le qualificazioni agli Europei 2020 rispettivamente contro Andorra e Francia del 14 e 17 novembre 2019.

Presenze e reti aggiornate al 17 novembre 2019.

                                     

10. Staff

Lo staff della nazionale si compone del commissario tecnico, che allena, convoca e schiera in campo gli atleti ed è assistito da due vice-allenatori. Ad aiutare gli allenatori, ci sono il preparatore atletico, il preparatore dei portieri, il capo delegazione, il segretario, i medici, i massofisioterapisti e gli osservatori, che assistono ai match degli avversari.

Anche gli utenti hanno cercato:

...
...
...